Sudorazione eccessiva: ritroviamo energia con 4 consigli utili

Sudare è fisiologico, ma l’attività sportiva e la stagione calda possono dare luogo a episodi di sudorazione eccessiva, generalizzata o localizzata solo ad alcune parti del corpo. La conseguenza principale di questo fenomeno è la perdita di liquidi e sali minerali necessari al buon funzionamento del nostro organismo. Vediamo come ripristinare l’equilibrio

Quali sono gli effetti di una sudorazione eccessiva?

La sudorazione è una funzione fisiologica utile a regolare la temperatura corporea. Il sudore è composto prevalentemente da acqua e sali minerali e viene rilasciato attraverso le ghiandole sudoripare distribuite sulla cute. La quantità di sudore è variabile e dipende, per esempio, dalla temperatura esterna, dallo sforzo fisico o dal grado di stress emotivo a cui siamo sottoposti in un dato momento, ma anche dalle caratteristiche individuali di ogni singola persona.

Quando sudiamo troppo il fisiologico equilibrio elettrolitico si altera perché viene meno la quantità di sali minerali necessaria a mantenere in salute il nostro organismo. Le cause più comuni di un’aumentata attività sudoripara sono il caldo intenso, soprattutto se associato ad un elevato tasso di umidità, e l’attività fisica. Dobbiamo stare molto attenti a non sommare tra loro questi due fattori di rischio, adottando tutte le precauzioni necessarie per praticare sport durante la stagione calda.

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

Sudare troppo, infatti, potrebbe causare un repentino calo di liquidi e sali minerali, dando luogo a diversi sintomi:

Sudorazione eccessiva in estate: attenzione anche al lavoro e durante lo sport

Una temperatura esterna elevata rende il nostro organismo più soggetto a malesseri improvvisi e a cali di prestazione. Affermare che “il caldo dà alla testa” non è solo un modo di dire: molti studi hanno confermato che quando soffriamo le alte temperature è molto più difficile rimanere attenti e concentrati, mentre è probabile sentirsi stanchi, pigri e irritati. Inoltre, alcune professioni e condizioni di lavoro sono più soggette al rischio di cali energetici. Basti pensare a tutti quei lavoratori che trascorrono molto tempo all’aria aperta, che indossano divise molto coprenti o che sono esposti a ritmi di lavoro intensi, con turni molto lunghi o con pause di lavoro troppo brevi.

Per quanto riguarda l’attività sportiva, è importante fare ancora più attenzione. Durante una sessione di allenamento intenso e prolungato la frequenza cardiaca si alza, la sudorazione aumenta e il rischio di andare in affanno è dietro l’angolo, soprattutto per i principianti. Ricordiamoci che una sudorazione eccessiva non è un indice significativo delle calorie bruciate o dell’efficacia “dimagrante” di un allenamento: con il sudore perdiamo acqua e sali minerali, non grassi!

La quantità di sudore emessa con l’attività fisica, inoltre, cambia in relazione alla temperatura esterna e al tasso di umidità, ma dipende anche da fattori individuali: per esempio i giovani tendono a sudare più degli anziani e gli uomini più delle donne.

Come equilibrare i liquidi e i sali minerali persi con il sudore?

Per compensare la sudorazione eccessiva possiamo seguire alcune semplici regole. Ecco quali:

1. Idratazione frequente

Per idratarci non dobbiamo aspettare di essere assetati. Lo stimolo della sete si manifesta quando siamo già scarsamente idratati, per cui l’ideale è prevenire la sete, bevendo spesso e a piccoli sorsi. Un’accortezza utile è quella di impostare una sveglia o un promemoria che scatti a intervalli regolari (per esempio ogni ora) per ricordarci di bere un sorso d’acqua.

2. Alimentazione ricca di frutta e verdura

Verdura fresca e ortaggi di stagione non possono mancare nella nostra dieta. Via libera a frullati, centrifugati, estratti e succhi di frutta fresca, che possiedono un elevato contenuto di acqua, vitamine, fibre e nutrienti.

3. Sport consapevole e vestiario adeguato

  • Evitiamo di alternare allenamenti estenuanti con fasi di sedentarietà prolungata. Il nostro corpo va abituato gradualmente all’attività fisica e praticare sport in maniera sana significa farlo in modo costante, regolare e moderato. Il passaggio brusco dalla completa inattività all’esercizio fisico massacrante comporta dei rischi notevoli per la salute.
  • Non alleniamoci nelle ore calde. Durante la stagione estiva è preferibile allenarsi al mattino, quando il sole è ancora basso all’orizzonte. Fare movimento nella fascia oraria centrale non solo ci fa sudare troppo, ma ci predispone anche al rischio di colpi di calore, insolazione e sincope da caldo.
  • Indossiamo abiti confortevoli e in fibra naturale che mantengono la nostra pelle fresca e asciutta. Sì a cotone e lino; da evitare i vestiti sintetici e colorati.

4. Usiamo un integratore alimentare

In caso di stanchezza fisica e sudorazione abbondante possiamo provare Carnidyn Fast Caldo e Affaticamento, che è in grado di contribuire al ripristino del normale equilibrio elettrolitico e al mantenimento di un regolare metabolismo energetico nella vita di tutti i giorni.


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN


Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: [email protected]

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana