Vnr: valori nutritivi di riferimento, di cosa si tratta? Ecco come orientarci

Una dieta equilibrata è quella che apporta all’organismo le giuste quantità delle diverse sostanze nutritive per preservare la salute e l’equilibrio dell’organismo. Abbiamo mai sentito parlare di vnr, Valori Nutritivi di Riferimento: cosa sono? Approfondiamo insieme questo aspetto.

Vnr, valori nutritivi di riferimento: cosa sono?

Proteine, grassi, vitamine, minerali e acqua sono “sostanze nutritive”, o anche “nutrienti”. Ogni nutriente ha una precisa funzione all’interno del nostro organismo. Quantità equilibrate di nutrienti contribuiscono alla salute dell’organismo, mentre carenze o deficit nutrizionali possono dare luogo a disturbi o patologie.

Nelle tabelle nutrizionali degli integratori e di alcuni alimenti, le quantità dei nutrienti presenti sono indicate usando la sigla VNR. Ma cosa indica questa sigla? È l’acronimo di Valori Nutritivi di Riferimento (o Nutrient Reference Value, in inglese). Questi valori servono a disciplinare, nei Paesi membri dell’Unione Europea, le etichettature sugli alimenti e sugli integratori.

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

Il 100% VNR corrisponde alla quantità giornaliera raccomandata dal Ministero della Salute per ciascun nutriente. Il Ministero della Salute Italiano ha inoltre fissato per ogni vitamina e minerale la quantità massima giornaliera che può essere fornita con un integratore alimentare.

Perché i nutrienti sono importanti?

Il nostro organismo è composto da miliardi di cellule, che ogni giorno hanno bisogno di minime quantità di vitamine e minerali per svolgere al meglio tutte le loro funzioni.

Questi nutrienti sono diversamente distribuiti negli alimenti, sia in quelli di origine vegetale (frutta, cereali, verdura, legumi) sia in quelli di origine animale (carne, uova, pesce, latte, formaggi).

Da qui l’importanza di un’alimentazione varia, completa ed equilibrata, che non può prescindere dall’adozione di uno stile di vita sano, per riuscire ad assimilare tutte le vitamine e i minerali necessari alla nostra salute e al nostro benessere.

La quantità di ciascun nutriente necessaria mantenere un individuo in salute è chiamata “fabbisogno di nutrienti”. Il fabbisogno di nutrienti varia a seconda di età e sesso. Anche la pratica di attività fisica, lo stato fisiologico in cui ci troviamo (ad esempio la gravidanza), le abitudini alimentari (saltiamo i pasti? Consumiamo pasti troppo scarsi o troppo abbondanti?) e il patrimonio genetico sono fattori importanti.

L’importanza dei nutrienti per contrastare situazioni di stanchezza

Dopo aver visto cosa sono i vnr, Valori Nutritivi di Riferimento, vediamo come una corretta alimentazione e l’aiuto degli integratori alimentari possano contribuire a contrastare situazioni di stanchezza.

La sensazione di stanchezza e mancanza di energia può interessare una persona in maniera episodica e transitoria oppure duratura. Questa condizione dipende da un temporaneo calo energetico, cioè uno squilibrio tra la maggiore richiesta di energia da parte del nostro organismo e le scorte di energia immagazzinate nell’organismo e subito fruibili.

Questa condizione può essere collegata a sforzi fisici e psichici intensi, a privazione prolungata di sonno, a uno stile di vita poco equilibrato e altro.

Ecco alcune, possibili cause della stanchezza

Tutti noi o molti di noi potranno ritrovarsi in questo elenco:

Periodi molto impegnativi o di forte stress

periodi “complicati” possono essere legati a lavoro e studio, che occupano gran parte della nostra giornata durante una buona parte dell’anno.

Allenamenti intensi

Svolgere attività fisiche molto pesanti o prolungate può esaurire le riserve di energia, facendoci accusare sintomi ben riconoscibili, come debolezza muscolare, spossatezza, mancato recupero.

Cambi di stagione

La stanchezza subentra soprattutto a causa degli sbalzi di temperatura, che ci indeboliscono.

Periodi di convalescenza

Dopo una malattia, il nostro organismo si ritrova spesso con poche energie, la capacità di recupero si abbassa e siamo più vulnerabili.

Stile di vita poco sano

Abitudini non regolari come fumo e alcol, alimentazione povera di nutrienti, sonno trascurato possono causare stanchezza.

Quali rimedi contro la spossatezza mettere in pratica?

I rimedi contro la spossatezza sono accorgimenti pratici che possiamo adottare nella quotidianità. Se la stanchezza è causata da stress o ansia, potrebbe essere sufficiente riposare almeno 7- 8 ore a notte, bere un bicchiere d’acqua e allentare lo stress per quanto ci è possibile (ricordiamo che la nostra salute è più importante di qualunque cosa, anche del lavoro).

Se la condizione di stanchezza deriva da uno stile di vita frenetico, è necessario ridurre i ritmi, seguire un’alimentazione completa e bilanciata, bere acqua a sufficienza, evitare fumo e alcolici.

Inoltre, in associazione alla dieta, è possibile utilizzare un integratore. Carnidyn Plus, in bustine o in compresse masticabili, è un integratore alimentare che, grazie alla sua formulazione equilibrata di vitamine e sali minerali, fornisce un valido sostegno all’organismo in tutti i casi di stress psicofisico.

Inoltre, soprattutto dopo abbondanti sudorazioni, è possibile provare Carnidyn Fast Magnesio e Potassio, con la sua formulazione a base di minerali e anche vitamine, promuove il mantenimento dell’equilibrio elettrolitico e idrosalino e il fisiologico metabolismo energetico nella vita quotidiana. Contiene inoltre creatina e coenzima Q10.


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN

Carnidyn newsletter
Restiamo aggiornati!

Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: [email protected]

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana