Come combattere lo stress e la stanchezza? Scopriamo 4 rimedi pratici

Lo stress è una condizione del nostro organismo generato dalla reazione del nostro sistema nervoso a richieste improvvise o anomale da parte dell’ambiente. La situazione ormonale cambia, in particolare diminuisce la produzione di serotonina, noradrenalina e dopamina, e ci sentiamo più stanchi.

Principali cause dello stress

Le cause di stress e stanchezza mentale possono essere davvero numerose: studio e lavoro intensi, problemi personali, anche il cambio di stagione e dunque l’aumentata o diminuita quantità di luce durante la giornata.

Se ci troviamo ad affrontare situazioni nuove e importanti (come la perdita di una persona cara, cambiamenti sul lavoro non previsti), è difficile non lasciarsi travolgere da stress e preoccupazioni. Queste condizioni possono dare luogo a una situazione di stanchezza mentale che può avere notevoli ripercussioni anche a livello fisico. INIZIA

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

Le cause di stress e ansia possono anche non essere immediatamente riconoscibili. Spesso non siamo soddisfatti della nostra vita o di alcuni aspetti di essa, ma non ce ne rendiamo subito conto perché siamo troppo impegnati a incastrare le attività e non ci soffermiamo mai a pensare. È possibile non sapere come cambiare una situazione che ci crea disagio: è normale sentirsi impotenti e avere necessità di fare ordine nella propria quotidianità.

Lo stress è la reazione psicofisica a un accumularsi di stimoli e compiti emotivi, cognitivi o sociali che percepiamo come fuori dalla nostra portata. Le sensazioni negative e i brutti momenti possono indebolirsi, ma non lasciamo che le sensazioni negative ci travolgano. Se necessario e se capiamo che le nostre risorse interiori non sono sufficienti, chiediamo aiuto.

Sintomi dello stress e della stanchezza mentale

Vediamo insieme come può manifestarsi la stanchezza mentale. Stanchezza e conseguente stress sono causati da un consumo eccessivo di energia rispetto a quanta ne produciamo. Il nostro organismo diminuisce la produzione di ormoni benefici, come noradrenalina e dopamina, e risulta più faticoso applicarsi in attività cognitive anche minime e rispondere a stimoli psico- emotivi.

Quando ci troviamo in una tale condizione deficitaria, potrebbero verificarsi alcune condizioni:

  • Scarsa concentrazione e insufficiente attenzione
  • Amnesie e cefalea;
  • Spossatezza
  • Svogliatezza;
  • Episodi di sonnolenza diurna;
  • Irritabilità

Consigli per combattere lo stress

Per prima cosa è necessario rendersi consapevoli del proprio stress e che probabilmente stiamo conducendo una vita troppo impegnativa, alla quale il nostro corpo non è in grado di rispondere correttamente.

Concentrarsi su più attività nel minor tempo possibile richiede un grande impiego di energia da parte nostra, e ciò si traduce spesso in un inevitabile abbassamento della nostra produttività e della qualità di studio e lavoro. Passiamo la maggior parte della giornata in attività come lavoro e studio: la concentrazione e l’attenzione richieste possono anche influire negativamente sul nostro benessere fisico.

Vediamo qualche consiglio:

1. Definiamo nettamente impegni e priorità

Per svolgere lucidamente incarichi e mansioni, può essere utile calendarizzare attività facilmente eseguibili, riprogrammare task, stabilire priorità differenti. Non solo. Impariamo a tenere testa e a farci rispettare da capi, colleghi, collaboratori: il nostro spazio mentale è prezioso, se non riusciamo a svolgere un’attività nei tempi (spesso stretti) richiesti, diciamolo, non possiamo strafare.

2. Piccoli break tra una sessione e l’altra

Per riuscire a ricaricare quanto prima le nostre energie mentali, è importante spezzare il lavoro o lo studio con brevi pause. usciamo a fare due passi, respiriamo a fondo, prendiamoci qualche minuto per liberare la mente e ricominciare meno affaticati.

3. Nutriamo la nostra mente

Il nostro organismo è un delicato e perfetto meccanismo che deve essere nutrito dalla giusta quantità di energia. per questa ragione, sarà importante nutrirsi con consapevolezza, senza escludere nutrienti importanti. Non saltiamo i pasti e non mangiamo schifezze. Evitiamo dolciumi e snack confezionati, lasciando invece spazio a yogurt, frutta fresca e secca, ottimi spuntini.

4. Idratiamoci

La stanchezza può subentrare anche come conseguenza della disidratazione. Ricordiamo di bere acqua, almeno un litro e mezzo al giorno, frequentemente e a piccoli sorsi.

5. Alimentarsi correttamente

Una dieta sana ed equilibrata è indispensabile per mettere il nostro organismo in condizione di rispondere al meglio agli impegni quotidiani. Eliminare cibi confezionati, ricchi di zuccheri raffinati che favoriscono l’aumento del cortisolo (ormone dello stress), ma orientarsi su cereali, frutta, verdura, carne e pesce.

In periodi particolarmente impegnativi è possibile ricorrere all’aiuto di un integratore alimentare. Ad esempio, Carnidyn Plus, in bustine o compresse masticabili, contiene elevate concentrazioni di minerali, di vitamine, e altri nutrienti, il cui reintegro può fare la differenza per contrastare sintomi di stanchezza.


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN


Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: [email protected]

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana