Stanchezza, sonnolenza e confusione mentale: scopriamo come riattivarci

Quando siamo oppressi dal lavoro, dallo studio e dalle nostre giornate frenetiche, può capitare di vivere periodi di stanchezza, sonnolenza e confusione mentale. Non dobbiamo preoccuparci, si tratta di un fisiologico calo energetico. Come agire? Scopriamolo con alcuni accorgimenti utili.

Stress, stanchezza e sonnolenza: quale correlazione?

Lo stress può causare un generale calo di energia, con l’insorgenza di condizioni quali stanchezza, affaticamento, sonnolenza, mancanza di concentrazione. I cali di energia sono riconducibili allo squilibrio tra l’aumentata richiesta di “carburante naturale” da parte del nostro organismo e le riserve energetiche a disposizione. Infatti, il nostro organismo non riesce a produrre la quantità di energia necessaria a svolgere attività cognitive da semplici a complesse.

Attività cognitive intense o prolungate nel tempo sono richieste nell’ambito del lavoro, dello studio, degli impegni quotidiani che si accumulano. Il cosiddetto multitasking ci impone di concentrarci contemporaneamente su più mansioni e incarichi, con un considerevole dispendio di energie mentali.

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

Quando accumuliamo stress e trascuriamo il riposo notturno, spesso siamo assaliti da attacchi di sonno durante le ore del giorno. Il desiderio di dormire può essere tale da provocare un sonno improvviso in situazioni inaspettate: la sonnolenza ci fa ciondolare tutto il giorno, impedendoci di mantenere attenzione per lungo tempo.

Nel medio e lungo termine questa condizione di stanchezza, sonnolenza e confusione mentale può impoverire le nostre risorse personali. Quando il nostro organismo non riesce a produrre l’energia necessaria ad affrontare tutti gli impegni quotidiani, potrebbero manifestarsi questi sintomi:

  • Mancanza di concentrazione e mancanza di attenzione;
  • Vuoti di memoria e mal di testa;
  • Spossatezza e svogliatezza;
  • Sonnolenza diurna;
  • Stress e nervosismo.

La nostra soglia di attenzione diminuisce notevolmente e la concentrazione diventa frammentaria, abbassando la nostra produttività e la qualità del nostro lavoro o del nostro studio.

Oltre allo stress, cosa causa stanchezza, sonnolenza e confusione mentale?

Le cause sono diverse, variano da individuo a individuo e riguardano persone di tutte le età. Oltre allo stress, ecco cosa potrebbe determinare cali energetici:

  • Cambi di stagione: la stanchezza si manifesta soprattutto a causa degli sbalzi termici, delle aumentate o diminuite ore di luce, delle variazioni climatiche.
  • Stile di vita non regolare: uno stile di vita poco sano (abuso di alcol, fumo e caffeina), un’alimentazione non equilibrata, poche ore di sonno possono causare situazioni di particolare stanchezza mentale e fisica.
  • Deficit di sonno. Molti di noi trascurano il riposo notturno, che è invece fondamentale. Un buon sonno notturno, di almeno 7- 8 ore, è fondamentale per ricaricare le nostre pile naturali e affrontare la giornata fisicamente in forma e mentalmente lucidi.

Come ritrovare energia e ridurre stanchezza e sonnolenza?

Alcune, semplici pratiche quotidiane possono essere d’aiuto per contrastare i sintomi di stanchezza, sonnolenza e confusione mentale.

Ri-organizziamo lavoro e studio

Studio e lavoro occupano la maggior parte delle nostre giornate. Per non farci schiacciare dalla mole di task e mansioni da svolgere, proviamo a organizzare un calendario che possiamo facilmente rispettare. Suddividiamo le incombenze e stabiliamo le priorità. Questa tabella di marcia darà maggior respiro alla nostra mente, a vantaggio di concentrazione e produttività. Non è sempre facile, anzi. Tuttavia, alleggerire e diradare le attività, è importante per guadagnare attenzione e concentrazione.

Facciamo una passeggiata nei dintorni di casa

Anche una semplice passeggiata quotidiana di venti o trenta minuti può giovare a mente e corpo. Muoverci e tenerci in forma contribuiranno a migliorare la circolazione sanguigna e a ossigenare il cervello, rendendoci più motivati e rilassati.

Concediamoci brevi pause da studio e lavoro

Se ci fosse possibile, sarebbe utile sgranchirsi le gambe di tanto in tanto, per riattivare la circolazione e staccare la spina momentaneamente.

Seguiamo una dieta bilanciata e varia

Non saltiamo i pasti e non abbuffiamoci. È importante mangiare con equilibrio e garantire al nostro organismo tutti i nutrienti necessari a svolgere le funzioni biologiche.

Non trascuriamo il sonno

Evitiamo di fare le ore piccole, se ci attende una giornata impegnativa. Dormire almeno 7- 8 ore per notte servirà a ricaricarci. Cerchiamo di metterci a dormire e alzarci più o meno sempre alla stessa ora.

Assumiamo un integratore alimentare in associazione alla dieta

Carnidyn Plus ha una formulazione equilibrata di vitamine, minerali e altri nutrienti. Vitamine e minerali contribuiscono al normale metabolismo energetico e a contrastare la sensazione di stanchezza fisica e mentale che può insorgere in diverse situazioni, attività e momenti della vita quotidiana.


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN

Carnidyn newsletter
Restiamo aggiornati!

Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana