Le cattive abitudini che ci privano di energia fisica e mentale

Quali sono le cattive abitudini che ci privano di energia preziosa? La carenza di sonno non è l’unica causa della mancanza di energia. Ci sono molte piccole cose che facciamo (o non facciamo) durante la giornata che possono contribuire ad esaurirci lentamente dal punto di vista sia fisico che mentale. Ecco alcune cattive abitudini quotidiane che contribuiscono a privarci di energia e alcune semplici modifiche da apportare al nostro stile di vita.

C’è bisogno di energia: ecco le cattive abitudini da evitare

Per giovare al nostro benessere psicofisico, sarà sufficiente aggiustare il nostro stile di vita. Le buone pratiche da seguire sono davvero semplici: scopriamo di cosa si tratta.

Evitare di fare attività fisica quando si è stanchi

Saltare l’allenamento per risparmiare energia è una pratica controproducente. In uno studio condotto presso l’Università della Georgia, un campione di adulti sani sedentari che hanno iniziato a praticare un esercizio leggero tre giorni alla settimana per appena 20 minuti al giorno hanno riferito di sentirsi meno stanchi e più carichi di energia dopo sei settimane. L’esercizio fisico regolare aumenta la forza e la resistenza dell’organismo, contribuisce a rendere il sistema cardiovascolare più efficiente e fornisce ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti.

Non bere abbastanza acqua

Tra le cattive abitudini più diffuse rientra la scarsa idratazione. Essere anche leggermente disidratati conduce il corpo a “riscuotere un pedaggio” sui livelli di energia. La disidratazione causa una riduzione del volume del sangue e lo rende più denso. Ciò conduce il cuore a svolgere la sua funzione di pompaggio meno efficacemente, riducendo la velocità con cui l’ossigeno e le sostanze nutrienti raggiungono i muscoli e gli organi.

Non introdurre abbastanza ferro

Una carenza di ferro può condurci a sentirci stanchi, irritabili, deboli e poco lucidi. Ciò è dovuto al fatto che una minor quantità di ossigeno viaggia verso i muscoli e le cellule. Il consiglio è quello di potenziare l’assunzione di ferro per ridurre il rischio di anemia; puntare su carne magra di manzo, fagioli, tofu, uova, verdure a foglia verde, noci e burro di arachidi, accoppiandoli a cibi ad alto contenuto di vitamina C (che migliora l’assorbimento del ferro).

Saltare la colazione

“Un caffè al volo”… E basta: è una tra le cattive abitudini più comuni. Il cibo che mangiamo costituisce la benzina del nostro corpo e, quando dormiamo, il nostro corpo continua a consumare ciò che abbiamo consumato a cena la sera prima per mantenere attivo il flusso sanguigno e l’apporto di ossigeno. Per questo motivo, al risveglio è necessario fare rifornimento con la prima colazione. Se la saltiamo, il prezzo da pagare sarà sentirci affaticati. Gli esperti raccomandano una colazione che comprenda cereali integrali, proteine magre e grassi sani. Buoni esempi includono un frullato a base di frutta, latte magro o yogurt magro greco, uova con due fette di pane tostato.

Consumare quantità eccessive di cibo spazzatura

Gli alimenti carichi di zuccheri e carboidrati raffinati (come quelli confezionati), hanno un alto indice glicemico, causano cioè un aumento di zucchero nel sangue di breve durata. Picchi di zucchero nel sangue seguiti da vertiginose cadute causano affaticamento nel corso della giornata. Per contro, è più salutare mantenere una quantità constante di zucchero nel sangue, assumendo proteine magre ad ogni pasto.

Assumere alcol prima di dormire

Un bicchierino suona come un buon modo per rilassarsi prima di addormentarsi; in realtà questa abitudine rischia di ritorcersi contro. Inizialmente l’alcol deprime il sistema nervoso centrale producendo un effetto sedativo, ma alla fine sabota il mantenimento del sonno. Quando viene metabolizzato, l’alcol crea infatti un effetto rebound che conduce ad un’attivazione improvvisa del sistema adenergico. Questo è il motivo per cui è molto più probabile svegliarsi nel mezzo della notte dopo aver bevuto.

Affidarsi alla caffeina per affrontare la giornata

Iniziare la giornata con un buon caffè non è un grande problema, tuttavia usare la caffeina in modo improprio può compromettere il ciclo sonno-veglia. La caffeina blocca l’adenosina, una sostanza che quando si accumula nelle nostre cellule crea sonnolenza. Studi dimostrano che il consumo di caffeina anche sei ore prima di andare a dormire rischia di rovinare la qualità del sonno.

Rimare alzati fino a tardi nel fine settimana

Rimanere alzati fino a tardi il sabato notte e poi dormire tutto il giorno la domenica conduce a difficoltà di addormentamento la domenica sera con conseguente debito di sonno il lunedì mattina. Se evitare le uscite serali rischia di limitare la vostra vita sociale, cercate almeno di svegliarvi al vostro orario consueto la mattina seguente e concedetevi poi un pisolino nel pomeriggio. Schiacciare un pisolino della durata di 20 minuti circa permette al corpo di ricaricarsi senza entrare nelle fasi più profonde del sonno, che possono condurre a risvegliarsi più stanchi di prima. Per contrastare la stanchezza e ricaricare la propria energia è possibile associare alla dieta l’utilizzo di un integratore alimentare. Carnidyn Plus è un integratore alimentare che aiuta a contrastare la sensazione di stanchezza fisica e mentale che può comparire nella quotidianità o intensificarsi durante periodi di particolare stress. Con la sua formulazione equilibrata di vitamine, sali minerali e altri nutrienti, Carnidyn Plus contribuisce al normale metabolismo energetico nella vita di tutti i giorni ed è indicato nei periodi di maggiore stress psicofisico.  
Carnidyn Plus pack

CARNIDYN PLUS

Carnidyn Plus pack

La mattina ti svegli già stanca per affrontare la giornata?
Carnidyn Plus può aiutarti a combattere stanchezza fisica e mentale

Dove acquistare CARNIDYN

Bisogno di energie?

Vola alto con CARNIDYN!

Restiamo aggiornati!


Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it