Quanto magnesio assumere in menopausa? Considerazioni e consigli utili

La menopausa è un momento particolare nella vita di ciascuna donna: si tratta di un passaggio naturale, ma non privo di qualche disturbo di salute o carenza di nutrienti. Tra poco scopriremo l’importanza del magnesio e quanto magnesio assumere in menopausa per contribuire ad alcune, preziose funzioni.

Cosa è la menopausa e come si caratterizza?

Prima di vedere quanto magnesio assumere in menopausa, vediamo di approfondire questa condizione. La menopausa non è una malattia: niente paura.

Si tratta invece di una transizione obbligatoria con cui ogni donna, nella propria vita a a che fare

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

Si definisce menopausa l’ultimo ciclo della donna. La donna, infatti, entra in menopausa dopo almeno un anno dall’ultimo ciclo, ciò avviene nella maggioranza dei casi tra i 48 e i 52 anni

In menopausa, le mestruazioni si bloccano in modo irreversibile, Il climaterio invece il periodo di transizione tra la vita riproduttiva e la menopausa.

Il periodo che precede e segue la menopausa può essere caratterizzato da una serie di sintomi fisici ed emotivi: vampate di calore, sonno disturbato, irritabilità e tristezza,

Infatti, la menopausa è un momento di transizione molto importante per la donna che molto spesso fatica ad accettare questo cambiamento.

Qual è l’importanza del magnesio in menopausa?

Tra i sali minerali, molto importanti per la nostra salute, il magnesio in particolare svolge molte, importanti funzioni:

  • Contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento;
  • Contribuisce all’equilibrio elettrolitico;
  • Interviene nel normale metabolismo energetico;
  • Ha un ruolo nel normale funzionamento del sistema nervoso;
  • Concorre alla normale funzione muscolare, alla normale sintesi proteica;
  • Contribuisce al mantenimento di ossa normali.

L’assunzione di magnesio può essere di aiuto in questa fase in cui le ossa diventano più fragili poiché si riduce o manca del tutto l’azione protettiva degli ormoni.

Ricaricare le riserve di magnesio rientra nelle misure consigliate non solo per prevenire l’osteoporosi, ma anche per trattarla, contribuire a rallentarne l’evoluzione e ridurre il rischio di fratture.

Con l’avanzare dell’età, vi è inoltre una capacità ridotta di assorbimento dei nutrienti: il magnesio è coinvolto in molti processi biochimici, ed è quindi fondamentale non esserne carenti.

Durante la menopausa, anche il sonno può essere discontinuo e di breve durata, predisponendo ad ansia, sbalzi di umore e irritabilità. Anche le vampate di calore, particolarmente fastidiose da gestire, possono essere affrontate con la giusta integrazione giornaliera di magnesio assieme al potassio, altro minerale prezioso.

Infatti, con le vampate di calore e con l’eccessiva sudorazione, si può manifestare una perdita di liquidi e minerali che devono quindi essere reintegrati infatti il potassio, per esempio, regola l’attività delle cellule e risulta utile per diminuire la stanchezza, favorire una migliore concentrazione e ridurre crampi notturni e dolori muscolari.

Quanto magnesio assumere in menopausa? Ecco dove trovarlo

In un adulto, il fabbisogno di magnesio si aggira intorno ai 200 milligrammi al giorno che il soggetto può assorbire da alimenti di origine vegetale, come cereali integrali o legumi.

Piccole quantità di magnesio si trovano nelle carni bianche come pollo, tacchino e pesce e nei cerali.

L’acqua è una grande fonte di magnesio: in commercio sono disponibili le acque arricchite di sali minerali. Nel caso in cui l’alimentazione non sia sufficiente a garantire un adeguato apporto di magnesio e nutrienti preziosi, è possibile integrare con alcuni prodotti specifici.

Nella stagione calda o in caso di frequenti vampate di calore, è possibile equilibrare i sali minerali persi con l’abbondante sudorazione. Carnidyn Fast Caldo e Affaticamento con la sua formulazione a base di minerali e vitamine, favorisce il mantenimento dell’equilibrio elettrolitico e idrosalino e il normale metabolismo energetico nella vita quotidiana. Contiene inoltre creatina e coenzima Q10. È consigliabile assumere una o due bustine al giorno, da sciogliere in un bicchiere d’acqua.

Nella quotidianità utilizzare Carnidyn Plus, in bustine o compresse masticabili. Grazie alla sua formulazione equilibrata di vitamine e sali mineraliCarnidyn Plus contribuisce a contrastare le situazioni di stanchezza fisica e mentale e a supportare il corretto metabolismo energetico. È consigliabile assumerne una o due bustine al giorno, da sciogliere in un bicchiere d’acqua, o una compressa masticabile che non va sciolta in acqua.


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN


Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: [email protected]

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana