Quali cibi contro la stanchezza scegliere? Integratori e giusti alimenti ti possono aiutare

Quali cibi contro la stanchezza possono essere d’aiuto per ritrovare energia? La condizione di stanchezza estrema accomuna moltissime persone, soprattutto donne, ancor più vicino ai cambi di stagione o in particolari momenti della vita femminile. Per riconquistare un po’ di tono e ritrovare slancio, l’alimentazione è fondamentale. Prima di tutto, una dieta bilanciata e senza carenze nutrizionali è il presupposto essenziale, insieme a una corretta idratazione, per prevenire improvvisi cali di energia e indebolimento.

Se la dieta non è sufficiente, è utile assumere periodicamente integratori che siano in grado di restituire energie fresche a corpo e mente, quelli che le nonne chiamavano “ricostituenti”. Ad esempio, Carnidyn Plus aiuta a contrastare la sensazione di stanchezza fisica e mentale che può manifestarsi nella quotidianità o in situazioni di particolare stress. Con la sua formulazione equilibrata di vitamine, sali minerali e altri nutrienti, contribuisce al normale metabolismo energetico nella vita di tutti i giorni ed è indicato nei periodi di maggiore stress psicofisico.

Bere a sufficienza e non solo in estate

La sete, purtroppo, non è il primo segnale di disidratazione. Quest’ultima, infatti, è spesso una condizione silente e che si fa sentire con altri tipi di avvertimenti: labbra e pelle secche, lingua che si appiccica al palato e, soprattutto, una grande stanchezza apparentemente inspiegabile associata a scarsa lucidità. Può accadere, quindi, che sentirsi stanche sia sinonimo di disidratazione. Ma quanto occorre bere? Indicativamente, e in linea generale, un litro e mezzo o due di acqua al giorno sono la dose ideale. L’importante è imparare a bere nel modo corretto, quindi a piccoli sorsi ma frequentemente.

Scegli gli zuccheri giusti

Gli zuccheri o carboidrati servono per creare energia e carburante fisico e mentale, ma non tutto ciò che è considerato zucchero ha benefici sulla nostra salute. Gli zuccheri che ci fanno davvero bene sono quelli a lento rilascio, dunque i carboidrati complessi (pasta, pane, riso e meglio se in versione integrale) ma non lo zucchero bianco né le farine raffinate. Perché lo zucchero bianco causa stanchezza? Perché, così come le farine bianche e i dolcificanti sintetici, anch’esso per rendersi disponibile all’interno del nostro organismo, ha bisogno di nutrirsi. E, per fare ciò, lo zucchero “consuma” le nostre vitamine (comprese quelle del gruppo B), i minerali (ad esempio, il calcio) e diversi enzimi essenziali per il nostro benessere.

Integratori e cibi contro la stanchezza

Il magnesio è un minerale essenziale per riacquistare energia, soprattutto mentale ed emotiva. Infatti, è frequente che una sua carenza si associ a stanchezza e ansia o lieve depressione. Per assumerne in quantità maggiore, nei periodi in cui ci si sente particolarmente debilitate, si può ricorrere agli integratori oppure aumentare la quantità di determinati cibi. Tra gli alimenti che contengono buone quantità di magnesio, troviamo il cacao, i cereali integrali e la frutta secca. Invece, la vitamina B12 è contenuta soprattutto nella carne ma si trova in discreta quantità anche nel pesce azzurro e nelle cozze così come nei legumi. Il ruolo di questa fondamentale vitamina è di riuscire a trasformare il cibo in energia di pronto utilizzo, di essere quindi funzionale al metabolismo cellulare. La sua carenza può, quindi, portare ad astenia sia fisica sia mentale. Nei casi in cui ci si sente particolarmente spossati è possibile ricorrere a integratori energetici specifici, utili in tutti i casi di ridotto apporto con la dieta e in grado di sostenere l’attività metabolica cellulare, per restituire all’organismo la giusta quantità di supporti per la produzione di energia. Controlla il potassio  La sensazione di astenia diffusa. a volte, può essere ricondotta a una carenza di potassio. Questo minerale è, infatti, essenziale al benessere psico-fisico dell’organismo poiché facilita le funzioni organiche e mantiene costanti i livelli di pressione arteriosa. Per fare rifornimento di potassio, si possono assumere integratori specifici oppure prediligere alcuni alimenti che ne contengono in quantità. Tra questi ultimi, spicca la frutta fresca: ai primi posti, per contenuto di potassio, troviamo banane e pesche.

Assumi ferro

Il ferro è un minerale essenziale perché l’ossigeno venga trasportato, attraverso il sangue, alle cellule dell’organismo. Se manca, il primo sintomo è proprio una forte spossatezza. Per ristabilire i giusti valori di ferro nel sangue bisogna puntare su un’alimentazione corretta ed equilibrata. Il ferro biodisponibile si trova in carne, pesce, legumi e anche vegetali a foglia verde ma, per fare il pieno di ferro, non è tanto importante cosa mangiamo bensì come mangiamo. Infatti, perché il ferro sia immediatamente disponibile per l’organismo, è necessario assumerlo in abbinamento alla vitamina C (fresca). Quest’ultima è essenziale perché il ferro, animale o vegetale, venga assorbito correttamente. Quindi, è consigliabile spruzzare il limone su carne o pesce così come abbinare spremute di agrumi a legumi e spinaci.
Carnidyn Plus pack

CARNIDYN PLUS

Carnidyn Plus pack

La mattina ti svegli già stanca per affrontare la giornata?
Carnidyn Plus può aiutarti a combattere stanchezza fisica e mentale

Dove acquistare CARNIDYN

Bisogno di energie?

Vola alto con CARNIDYN!

Restiamo aggiornati!


Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it