Allarme zucchero. Quanto ne possiamo mangiare secondo l’Oms?

Attenzione allo zucchero, può provocare seri danni alla nostra salute. Il consumo eccessivo, infatti, mina il nostro metabolismo, provoca obesità, diabete e crisi cardiovascolari. L’avvertimento arriva dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) che ha rivisto di recente le ultime linee guida, risalenti al 2002, le quali raccomandano che la quantità di zucchero giornaliera non superi il 10% delle calorie assunte giornalmente.   La nuova proposta dell’Oms è quella di ridurre ulteriormente il consumo di zuccheri scendendo al di sotto del 5% delle calorie assunte giornalmente, che corrispondono per un adulto con un normale indice di massa corporea, a circa 25 grammi al giorno, pari a non più di sei cucchiaini.   É una quantità assai limitata se si considera che una sola lattina di una bibita zuccherata contiene circa 10 cucchiaini di zucchero, pari a 40 grammi.   Gli zuccheri presi in considerazione dall’Oms comprendono sia quelli aggiunti personalmente dal consumatore, sia quelli aggiunti dai produttori negli alimenti trasformati, oltre a quelli presenti nel miele, negli sciroppi e nei succhi di frutta.   Secondo l’Oms, la riduzione del consumo di zucchero porterebbe ulteriori benefici per la nostra salute. Ad esempio, se si parla di salute dentale, l’analisi dei dati sul rapporto tra carie e consumo di zuccheri indica che anche con un livello di zuccheri pari al 10% del fabbisogno calorico totale si verificano ancora danni, che invece al di sotto del 5% scompaiono interamente.   Le evidenze sull’obesità, spiega l’Oms, derivano da studi in cui si è modificato, in adulti e bambini, il consumo di zuccheri aumentandolo o diminuendolo. Queste ricerche hanno dimostrato che all’aumento dei consumi corrisponde un aumento di peso e alla diminuzione una riduzione del peso. E la variazione del peso è tanto maggiore quanto più lunga è la durata dell’osservazione. Il meccanismo d’azione è semplicemente quello della variazione dell’apporto energetico. Infatti, se agli zuccheri si sostituiscono altri nutrienti con lo stesso apporto energetico, l’effetto sul peso è pari a quello degli zuccheri.   Sebbene l’indicazione di dimezzare il consumo di zucchero rappresenti attualmente solo un’ipotesi inclusa in una bozza delle nuove linee guida, sulla quale l’OMS ha aperto una “consultazione pubblica” appena conclusasi, l’autorevolezza della fonte spinge a interrogarsi sin d’ora sul tema.

Dove acquistare CARNIDYN

Bisogno di energie?

Vola alto con CARNIDYN!

Restiamo aggiornati!


Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it