Sport e cadute invernali: attenzione ai traumi

Via libera allo sport sulla neve o sul ghiaccio, ma senza dimenticare la giusta dose di attenzione e precauzione per evitare traumi, cadute invernali e, soprattutto, le loro conseguenze a carico di ossa, muscoli e articolazioni.

Traumi frequenti negli sport sciistici

Per quanto riguarda lo sci, a correre maggiori rischi sono le articolazioni, come ginocchia, caviglia e spalle, ma anche schiena e collo. Basta un movimento sbagliato, uno sforzo eccessivo, non supportato dall’allenamento adeguato, o una “collisione” imprevista e a velocità elevata sulla pista, per dire addio a legamenti & co, per giocarsi il resto delle vacanze invernali o, peggio, la salute.

Traumi frequenti nello sport snowboard

Per i più spericolati, che preferiscono la tavola da snowboard, le parti del corpo più esposte al pericolo di traumi sono sicuramente i polsi, le mani, la schiena e l’osso sacro. Sono questi, infatti, a diventare le superfici d’appoggio improvvisate e altrettanto rischiose, in caso di atterraggi rovinosi dopo una curva non ben calibrata o un salto di troppo.

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

La prevalenza di traumi nello sci riguarda gli arti inferiori, nello snowboard più frequenti sono quelli agli arti superiori, specie al polso, radio e ulna (25%), testa e spalle (14%) in quanto durante la caduta, quasi sempre causata da mancanza di equilibrio, si tende a proteggersi con le mani.

I due sport si differenziano anche nella tipologia del trauma: le distorsioni legamentose sono più consuete nello sci, mentre le fratture nello snowboard. Per questo motivo è molto utile munirsi di protezioni adeguate, in particolare del casco e di “lanciarsi” sulle piste solo dopo una adeguata preparazione fisica.

Prevenire traumi durante lo sport

Quando pratichiamo sport, anche in inverno, tendiamo a sudare di più. Con la sudorazione se ne vanno sali minerali e sostanze preziose per il nostro organismo. Per questa ragione è utile associare a una dieta equilibrata e varia l’assunzione di un integratore mirato. Possiamo provare un Carnidyn Fast Caldo e Affaticamento, integratore alimentare valido in caso di sudorazione abbondante, soprattutto dopo la pratica sportiva. Con la sua formulazione equilibrata di vitamine, sali minerali e altri nutrienti, promuove la fisiologica funzione muscolare e contribuisce a mantenere l’equilibrio elettrolitico e idrosalino. Contiene inoltre Creatina e Coenzima Q10.


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN


Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: [email protected]

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana