evitare-grassi-animali-per-il-cuore vitamina-c-per-prevenire-influenza

Con il freddo il cuore soffre, per proteggerlo esercizio fisico e dieta sana

D’inverno l’organismo tende ad accumulare peso, coadiuvato dalla tendenza a muoversi meno e a consumare alimenti più calorici. Ecco perché è necessario uno sforzo extra dal punto di vista dell’esercizio fisico e dell’alimentazione.  

Uno studio dell’Università di Losanna, presentato al meeting dell’European Society of Cardiology, svoltosi di recente ad Amsterdam, ha mostrato che alcuni fattori di rischio cardiovascolare subiscono variazioni stagionali importanti, soprattutto la pressione arteriosa, la circonferenza addominale e il colesterolo. Entrando più nello specifico, la pressione è più alta nei mesi freddi di circa 3,5 millimetri di mercurio, mentre la circonferenza della vita aumenta in media di un paio di centimetri e il valore del colesterolo totale si alza di 0,24. Ecco perché nei mesi più freddi è necessario uno sforzo in più.

Secondo gli esperti, il beneficio massimo, in termini di riduzione della colesterolemia e del rischio cardiovascolare si ottiene con 5 sedute settimanali di attività fisica aerobica, a intensità moderata (equivalente a una camminata a 4/5 km/h), per 30-40 minuti al giorno; oppure con almeno 3 allenamenti alla settimana di mezz’ora l’uno a una intensità più elevata, come avviene, ad esempio, quando si pratica jogging o ginnastica aerobica. Inoltre, preferibile optare, se possibile, per un allenamento pomeridiano: il mattino presto è, infatti, il momento in cui frequenza cardiaca e pressione arteriosa registrano il maggiore aumento fisiologico.

Per quanto riguarda la dieta, da evitare il più possibile, se si vuole proteggere la salute dell’apparato cardiovascolare, i cibi di origine animale e i latticini ricchi di grassi saturi, in gran parte responsabili della formazione di placche in grado di ostruire le arterie. Semaforo rosso anche per le uova composte per il 70% da grassi per lo più saturi e da abbondante colesterolo, una sostanza che l’organismo produce autonomamente e che è bene evitare di introdurre in surplus con la dieta. Ben poco salutari anche la margarina e tutti i prodotti confezionati da forno, in cui sono presenti in abbondanza i grassi cosiddetti trans, ottenuti dai processi di idrogenazione di oli vegetali. Carni conservate, alimenti da fast food e piatti pronti contengono oltre ai soliti e nocivi grassi saturi, anche grandi quantità di sodio (sale), che favorisce la comparsa di ipertensione arteriosa. Infine, non bisogna ignorare gli effetti negativi del consumo di zucchero e bevande gassate, in quanto favoriscono l’arteriosclerosi, oltre che obesità e diabete.

Dove acquistare CARNIDYN

Bisogno di energie?

Vola alto con CARNIDYN!

Restiamo aggiornati!


Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it