Quali integratori per ragazzi di 16 anni scegliere? Alcuni consigli

Gli adolescenti hanno vite veloci e piene di impegni, soprattutto scolastici. Non sempre la concentrazione è al top in vista di interrogazioni e compiti in classe. Cosa fare quando l’attenzione e la motivazione scarseggiano? Integratori per ragazzi di 16 anni e studenti possono essere validi alleati, assieme ad alcune buone pratiche. Scopriamo di più.

Studio e concentrazione: perché l’attenzione vacilla?

Riuscire a mantenere alto il livello di concentrazione non è semplice: in alcuni periodi la stanchezza prende il sopravvento sulla determinazione e la voglia di studiare. Lo studio richiede organizzazione, impegno e attenzione: infatti, concentrarsi significa rimanere focalizzati sul compito cognitivo da eseguire. Per assimilare al meglio le nozioni e rielaborarle, è importante far sì che la soglia di attenzione rimanga sempre alta.

Quando si è chiamati a sostenere prove ed esami, è normale provare tensione: c’è un obiettivo da raggiungere, e si verrà valutati dagli insegnanti. Tuttavia, quando si sperimentano cali energetici, è davvero difficile affrontare tutto senza scoraggiarsi.

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

Compiti in classe, interrogazioni, progetti e lezioni: quando l’accumulo di impegni e di studio è molto gravoso, rischia di causare un impoverimento delle energie e della capacità di rimanere concentrati a lungo.

Il nostro cervello non è programmato per un sovraccarico di lavoro continuo e senza soste, e nemmeno per svolgere contemporaneamente troppe attività (multitasking). Lo studio ininterrotto senza pause non è produttivo.

Poiché la concentrazione tende a calare progressivamente, è consigliabile staccare ogni 50 minuti, bere acqua, sgranchirsi un po’ le gambe, consumare uno spuntino leggero, prendere una boccata d’aria. Ma vediamo insieme come contrastare la stanchezza con alcune buone pratiche ed eventualmente l’aiuto di integratori per ragazzi di 16 anni e giovani studenti.

Stanchezza mentale? Integratori per ragazzi di 16 anni e buone pratiche utili

Vediamo insieme alcune pratiche utili a combattere la stanchezza da studio e migliorare la concentrazione:

  • Dormire adeguatamente. Un sonno di buona qualità è fondamentale per concentrarsi ed essere produttivi. È importante organizzare una routine del sonno, andando a dormire e svegliandosi più o meno sempre alla stessa ora. Infatti, il fisiologico bioritmo del cervello prevede che, nelle prime ore del giorno, in seguito a un buon riposo, le funzioni cognitive siano ottimali.
  • Evitare di studiare fino a tarda notte. Nel corso della giornata il cervello tende a rallentare le proprie attività. Ecco perché è consigliabile iniziare lo studio prima possibile dopo il sonno notturno.
  • Seguire una dieta varia, bilanciata e regolare. Prediligere frutta e verdura di stagione, frutta secca, cereali, legumi e carne bianca. Non saltare i pasti e non consumare pasti sbilanciati.

Inoltre, è possibile provare integratori per ragazzi di 16 anni e adatti a studenti, in associazione a una dieta varia ed equilibrata. Ad esempio, Carnidyn Plus, in bustine o compresse masticabili, è ideale per ricaricare energia in periodi di grande impegno mentale e fisico legato, per gli studenti, soprattutto a un aumento del carico di studio. Grazie alla sua formulazione specifica di vitamine e mineraliCarnidyn Plus contribuisce a mantenere le corrette prestazioni mentali. In questo modo, promuove il funzionamento del sistema nervoso e le funzioni cognitive indispensabili nella vita degli studenti.

Come prepararsi a un compito in classe o a una interrogazione?

Le regole sono poche e pratiche: sarà sufficiente applicarle!

1. Seguire bene le lezioni e prendere appunti

Sembra facile, ma sappiamo tutti che durante una lezione ci si distrae spesso. Tuttavia, in prossimità di una prova impegnativa, è importante concentrarsi ascoltando con attenzione le spiegazioni, prendendo appunti e chiedendo chiarimenti al bisogno: tutta fatica risparmiata al momento dello studio!

2. Eliminare le fonti di distrazione

Quando si inizia a studiare, è importante eliminare le fonti di disturbo. Niente social, niente musica, lasciare il telefono in carica lontano dalla postazione studio. Meglio stabilire prima, nell’arco del pomeriggio, due pause da dieci minuti ciascuna in cui alzarsi per potersi rilassare e ricaricare.

3. Preparare una tabella di marcia

Se manca ancora qualche giorno al compito in classe o all’interrogazione, è consigliabile suddividere lo studio in maniera equilibrata nei pomeriggi precedenti. In questo modo, il carico di studio non sarà eccessivo, si assimileranno meglio le nozioni e sarà possibile inserire anche lo svolgimento dei compiti per le altre materie.


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN

Carnidyn newsletter
Restiamo aggiornati!

Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: [email protected]

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana