Calcolo di peso forma e indice di massa corporea: come orientarsi

Dai ricercatori inglesi dell’Università di Oxford arriva la proposta di una nuova formula matematica per il calcolo del peso forma che andrà a sostituire il vecchio indice di massa corporea (Body mass index, Bmi). Scopriamo di più.

Calcolo dell’indice di massa corporea: in cosa consiste?

Il calcolo del Bmi, ideato nel 1830 dallo scienziato belga Adolphe Quetelet, consiste nel dividere il peso per l’altezza al quadrato. La nuova formula, invece, si calcola moltiplicando il peso per 1,3 e dividendo il risultato per l’altezza elevata a 2,5.

Secondo gli esperti britannici, il Bmi non è del tutto fedele alla realtà. La vecchia formula, infatti, inganna in due casi, facendo risultare più magre le persone di bassa statura e più grasse le persone molto alte. Il Bmi descrive la distribuzione del grasso corporeo, dividendo le persone in categorie: sottopeso, normopeso, sovrappeso, obesità. Ma è una stima approssimativa che non tiene conto delle persone basse e di quelle molto alte. Il nostro algoritmo è, invece, preciso perché bilancia più accuratamente il peso con l’altezza.

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

Cosa cambia con la nuova formula?

Con il calcolo classico i bassi pensano di essere più magri del reale e i molto alti credono di essere più grassi di quanto non siano in realtà. Si tratta di un conto che andava bene in tempi in cui non esistevano i calcolatori. Con la nuova formula chi misura meno di 1 metro e 52 guadagna 1 punto di Bmi e risulterà quindi più grasso. Al contrario, chi si avvicina ai 2 metri di altezza perde 1 punto, rivelandosi quindi più magro.

Trattandosi di circa un punto, quindi, a risentire di più del cambiamento sono le persone con un indice di massa corporea al limite delle fasce fissate per indicare la condizione di sottopeso, peso forma, sovrappeso e obeso. La condizione sostanzialmente non cambia per chi ha un Bmi a metà della propria fascia di riferimento e per le persone con un’altezza nella media.

Ricordiamo un indice di massa corporea equilibrato può dipendere da diversi fattori, tra cui movimento e alimentazione varia, completa e ben bilanciata. Può capitare a tutti di sperimentare cali di energia, per varie ragioni: stress, periodi impegnativi di studio e lavoro, cambi stagionali, allenamenti sportivi intensi… In queste circostanze, è opportuno associare alla dieta l’utilizzo di un integratore specifico.

Ad esempio, Carnidyn Plus è un integratore alimentare che contribuisce a contrastare la sensazione di stanchezza fisica e mentale che può manifestarsi nella quotidianità o in situazioni di particolare stress. Il prodotto ha una formulazione equilibrata di vitamine, minerali e altri nutrienti coinvolti in diversi processi biologici che sostengono l’organismo, come ad esempio selenio e zinco, per favorire la normale funzione del sistema immunitario.

Inoltre, possiamo provare Carnidyn Fast Magnesio e Potassio, un integratore alimentare utile in caso di sudorazione abbondante, specie dopo allenamenti intensi. Con la sua formulazione equilibrata di vitamine, sali minerali e altri nutrienti, promuove la fisiologica funzione muscolare e contribuisce a mantenere l’equilibrio elettrolitico e idrosalino. Contiene inoltre Creatina e Coenzima Q10.

 


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN

Carnidyn newsletter
Restiamo aggiornati!

Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: [email protected]

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana