Stanchezza a primavera? Affrontiamo il cambio di stagione in 10 mosse

Se avvertiamo stanchezza a primavera, significa che ci stiamo adattando al cambio stagionale. All’inizio della primavera è normale sentirsi stanchi, avere sonnolenza, sbalzi d’umore e mancanza di concentrazione. Questo accade perché il nostro organismo non ha avuto il tempo di prepararsi gradualmente alle variazioni climatiche, alle giornate più lunghe, all’ora legale. Vediamo come adattarci al “mal di primavera”.

A cosa è dovuta la stanchezza a primavera? Alcuni aspetti da valutare

Come abbiamo accennato, stiamo parlando del cosiddetto “mal di primavera”. Sebbene rappresenti un disturbo passeggero, tuttavia può rallentare la nostra quotidianità e rendere difficoltoso lo svolgimento delle nostre consuete attività. Nella maggior parte dei casi, la sensazione di stanchezza primaverile è dovuta alle mutazioni climatiche che influiscono sul nostro organismo. Infatti, con le variazioni climatiche e l’aumento delle ore di luce, il nostro organismo ha bisogno di assestarsi. Le temperature più miti, il passaggio dal caldo al fresco della sera e l’allungarsi delle giornate possono indebolire il nostro organismo, esponendolo a malanni tipici di questa stagione. Possiamo poi individuare altre situazioni che possono rallentare l’adattabilità dell’organismo e delle funzioni cognitive relativamente a questo passaggio di stagione. Ad esempio, l’aumento degli allergeni nell’aria, come i pollini delle graminacee, predispone i soggetti più sensibili allo sviluppo di allergie. Generalmente possono comparire alcuni sintomi transitori della durata di qualche giorno o qualche settimana. Vediamo nel dettaglio.

Come può influire la stanchezza in primavera sulle persone e come ovviare?

I fattori di cui abbiamo parlato possono indebolire il nostro organismo, causando sintomi diffusi:
  • stanchezza e affaticamento;
  • sonnolenza;
  • irritabilità;
  • svogliatezza e mancanza di concentrazione.
Il cambiamento stagionale può accentuare la tensione nervosa e influire sull’umore, sul sonno e sull’appetito, specie se ci troviamo già in una condizione di stress, sia a causa di problemi personali sia per impegni professionali. Non solo. Per chi soffre abitualmente di insonnia, il passaggio dall’ora solare all’ora legale può essere un ulteriore elemento di disturbo che causa una sensazione di sonnolenza e insufficiente riposo, accompagnata da una generale spossatezza. In genere, chi ha qualche carenza nutrizionale (soprattutto vitamine e sali minerali) a causa di una dieta poco equilibrata, si sentirà più debilitato fisicamente e maggiormente predisposto alla stanchezza.

Contrastiamo la stanchezza a primavera in dieci mosse

Vediamo come contrastare la stanchezza primaverile e recuperare energia per affrontare al meglio le nostre giornate. Ecco dieci consigli utili:
  1. Non diamo troppa importanza agli sbalzi d’umore, alla stanchezza immotivata e al nervosismo frequente. In questo modo, si aprirebbe un circolo vizioso e non faremmo che peggiorare la nostra condizione altalenante. Accettiamo questo periodo transitorio con maggiore serenità.
  2. Beviamo abbondante acqua. Ricordiamo di bere spesso per mantenere una costante idratazione e una giusta quantità di sali minerali nell’organismo.
  3. Seguiamo una dieta varia e ben bilanciata, senza privarci di tutti i nutrienti necessari alla salute e al benessere del nostro organismo.
  4. Non saltiamo i pasti e non eccediamo nelle porzioni per non rallentare la digestione e aumentare il senso di affaticamento, stanchezza e sonnolenza.
  5. Preferiamo una colazione abbondante, mentre optiamo per una cena leggera e digeribile.
  6. Sì a frutta e verdura di stagione. Meglio evitare dolciumi, cibi fritti e snack confezionati.
  7. Limitiamo il consumo di caffeina, teina e alcolici, soprattutto nelle fasi in cui ci sentiamo maggiormente irritabili.
  8. Impostiamo una buona routine del sonno. Cerchiamo di dormire almeno otto ore a notte e di mantenere costanti i nostri orari e l’alternanza sonno-veglia.
  9. Pratichiamo una regolare e moderata attività fisica. Evitiamo allenamenti intensivi alternati a lunghi periodi di inattività, per non aggravare il nostro senso di stanchezza.
  10. Associamo alla nostra dieta bilanciata l’utilizzo di un integratore alimentare. Carnidyn Plus è un integratore alimentare che, grazie alla sua formulazione equilibrata di vitamine e sali minerali, fornisce un valido sostegno all’organismo in tutti i casi di stress psicofisico. Carnidyn Plus favorisce la normale funzione cognitiva grazie allo zinco e contribuisce a prestazioni mentali normali grazie alla vitamina B5.
 
Carnidyn Plus pack

CARNIDYN PLUS

Carnidyn Plus pack

La mattina ti svegli già stanca per affrontare la giornata?
Carnidyn Plus può aiutarti a combattere stanchezza fisica e mentale

Dove acquistare CARNIDYN

Bisogno di energie?

Vola alto con CARNIDYN!

Restiamo aggiornati!


Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it