Tremori muscolari, dobbiamo preoccuparci? Niente paura, vediamo come agire

Siamo preoccupati da tremori muscolari che ci colgono impreparati? Perché possono insorgere? Si tratta di una condizione che può riguardare chi svolge sport, a vari livelli. Vediamo di cosa si tratta e come gestire questa evenienza.

Tremori muscolari e spasmi: quali cause?

Tra i possibili fattori predisponenti possiamo individuare una carenza di elettroliti e sali minerali in seguito a un esercizio fisico particolarmente intenso. In tal caso, prestiamo attenzione alla nostra routine sportiva. Dedichiamo sufficiente spazio al riscaldamento e allo stretching post- allenamento? Molto spesso ci sottoponiamo ad allenamenti intensivi nella speranza di compensare lunghi periodi di inattività, per perdere peso rapidamente, per aumentare velocemente le nostre prestazioni sportive. In realtà, allenamenti estenuanti non ci garantiranno nulla di tutto questo, anzi: rischieremmo di stancarci subito, rallentare i tempi di recupero e sottoporre la nostra muscolatura a uno stress meccanico eccessivo. Ricordiamo che è meglio praticare sport con moderazione e regolarità, piuttosto che alternare fasi di sedentarietà a sessioni ad alta intensità. Inoltre, ricordiamo un fatto importante: nei mesi estivi è fortemente sconsigliato allenarsi durante le ore più calde della giornata. Lo sforzo atletico, la sudorazione abbondante, le elevate temperature estive potrebbero causare disidratazione, crampi, colpi di calore nella peggiore delle ipotesi. I tremori dopo l’allenamento possono essere causati anche da un calo degli zuccheri. Questo capita quando ci alleniamo a stomaco vuoto o non mangiamo cibi abbastanza nutrienti. Per funzionare, i muscoli hanno bisogno di glicogeno. Se il nostro organismo non ha sufficienti riserve di energia alle quali attingere, possono subentrare stanchezza e debolezza muscolare.

Stanchezza muscolare: chi può esserne colpito e come si manifesta?

Affaticamento, stanchezza muscolare, tremori muscolari sono reazioni del nostro organismo che si trova a sostenere un carico di lavoro eccessivo. Ciò può causare una maggiore percezione della fatica e indebolire la risposta del nostro apparato muscolo- scheletrico. Molto spesso, infatti, la quantità di energia richiesta dal nostro organismo supera le riserve disponibili. Ecco chi è particolarmente soggetto ad affaticamento e stanchezza muscolare:
  • Persone sedentarie che si sottopongono a sessioni di allenamento senza un adeguato riscaldamento o una corretta fase di allungamento post- allenamento;
  • Sportivi che svolgono esercizi troppo intensamente o cambiano routine di allenamento in maniera non graduale;
  • Atleti professionisti che riprendono l’allenamento dopo periodi di lungo riposo (ad esempio a causa di un infortunio);
  • Ciascuno di noi, specie durante un periodo di stress psicofisico per le più disparate ragioni (lavoro, studio, problemi personali, convalescenza, sforzi fisici improvvisi, sudorazione eccessiva in estate).
La stanchezza muscolare si manifesta con alcuni sintomi, quali:
  • Dolore localizzato;
  • Irrigidimento;
  • Affaticamento;
  • Crampi;
  • Tremori e spasmi muscolari;
  • Difficoltà nella presa.

Come contrastare stanchezza e tremori muscolari? Ecco alcuni consigli

Vediamo come prevenire e contrastare stanchezza fisica e tremori muscolari:

Facciamo stretching prima e dopo l’allenamento

Ciò servirà a prevenire gli stiramenti e sciogliere le tensioni muscolari. È importante abituare gradualmente il nostro fisico alla fatica e concludere l’allenamento con la stessa gradualità.

Evitiamo troppi sforzi o troppa inattività

Evitiamo sia di sottoporci ad allenamenti estenuanti, sia di lasciar trascorrere troppo tempo tra una sessione sportiva e l’altra.

Preveniamo il calo di zuccheri

È consigliabile consumare un pasto leggero e nutriente prima dell’allenamento. L’ideale sarebbe un toast integrale al formaggio, cereali, un pezzetto di cioccolato fondente. Dopo l’allenamento, per recuperare energia e far cessare i tremori, consumiamo frutta fresca o cereali integrali, ad esempio una banana, un bicchiere di latte o dell’avena.

Idratiamoci con regolarità

Bere acqua è fondamentale se si pratica sport, specie in estate, quando la sudorazione è abbondante e si perdono liquidi e minerali fondamentali.

Associamo alla dieta un integratore alimentare

Per compensare il dispendio energetico e bilanciare i sali minerali persi con la sudorazione durante lo sport e nella stagione calda, possiamo provare Carnidyn Fast Magnesio e Potassio. Con la sua formulazione equilibrata di sali minerali, vitamine e altri nutrienti, Carnidyn Fast Magnesio e Potassio favorisce la normale funzione muscolare e il mantenimento dell’equilibrio idrosalino.
Carnidyn Plus pack

CARNIDYN FAST

Magnesio e Potassio

Carnidyn Plus pack

Troppo accaldato e affaticato?
Carnidyn Fast Magnesio e Potassio può aiutarti a combattere la stanchezza fisica e a mantenere l’equilibrio idrosalino

Dove acquistare CARNIDYN

Bisogno di energie?

Vola alto con CARNIDYN!

Restiamo aggiornati!


Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it