Diete e sport: meglio rinunciare a un’alimentazione ipercalorica per affrontare il freddo

Gennaio è sinonimo di sport invernali e soprattutto di neve e sci, che è bene praticare osservando una corretta alimentazione. Un’abbuffata di calorie per combattere il freddo da smaltire con la pratica sportiva non è una gran soluzione; meglio affrontare le piste seguendo qualche consiglio alimentare per evitare di appesantirsi e pesare troppo sulla bilancia.

Siamo sciatori? Scegliamo carboidrati complessi a colazione

Per affrontare le piste in forma smagliante è bene prediligere una dieta equilibrata ma anche energetica. È consigliabile quindi consumare una colazione abbondante, a base di carboidrati prevalentemente complessi: 5/6 biscotti o 3/4 fette biscottate, meglio se integrali, con 2 cucchiaini di marmellata, qualche volta anche un cornetto vuoto o una pasta secca dolce, un frutto o una spremuta di due arance, uno yogurt magro alla frutta. Questo tipo di alimentazione fornisce l’energia necessaria per svolgere in modo efficace l’attività fisica della mattinata.

A pranzo, optiamo per un piatto unico

Se la colazione è stata corretta, si può consumare un piatto unico come una pasta condita con ragù di carne oppure una zuppa calda che contenga verdure, legumi e dei cereali tipo pasta, riso, orzo o farro; qualche volta, si può anche optare per un piatto a base di polenta con uno spezzatino di carne. In questo modo si avrà energia sufficiente per sciare anche nelle prime ore del pomeriggio. Si deve tenere presente però che l’organismo dopo il pranzo, soprattutto se questo è stato ad alta densità calorica, è impegnato nella digestione e richiama una maggior quantità di sangue al tratto gastro-intestinale, impoverendo di ossigeno il cervello e gli altri distretti corporei. Si manifesta quindi una minore attenzione, si è portati a sbagliare di più e ci si sente complessivamente meno in forma. Per questo il consiglio è fare una buona colazione, sciare e fermarsi per pranzo solo sapendo che, successivamente, non si scierà a lungo.

Snack energetico? Sì a cioccolato fondente, yogurt, frutta o cracker

Il cioccolato è l’alimento prediletto da tutti gli sciatori che, quando sentono il bisogno di uno spuntino, ne mangiano in grandi quantità. Come spuntino va bene un cioccolatino con un po’ di pane, anche se le scelte più leggere come anti-fame restano comunque sempre uno yogurt magro alla frutta, un frutto o un pacchetto di crackers. Si tratta di alimenti in grado di fornire energia a più lento rilascio rimanendo leggeri.

Evitiamo le bevande alcoliche

Per quanto riguarda le bevande alcoliche, è vero che fanno sentire meno il freddo non appena le si beve, ma è una reazione vascolare effimera e poco duratura. Ad una vasodilatazione iniziale segue una vasocostrizione peggiorando, a volte, la sensazione di freddo. Quindi va bene bere un bicchiere di vino ai pasti, ma non di più. Per ricaricare la nostra energia, possiamo associare alla dieta l’utilizzo di un integratore alimentare specfico. Nella vita di tutti i giorni è indicato Carnidyn Plus: contribuisce a contrastare la sensazione di stanchezza fisica e mentale che può insorgere nella quotidianità o in situazioni di particolare stress. Con la sua formulazione equilibrata di vitamine, sali minerali e altri nutrienti, concorre al normale metabolismo energetico, favorisce la normale funzione del sistema immunitario grazie a zinco e selenio ed è indicato nei periodi di aumentato stress psicofisico.  
Carnidyn Plus pack

CARNIDYN PLUS

Carnidyn Plus pack

La mattina ti svegli già stanca per affrontare la giornata?
Carnidyn Plus può aiutarti a combattere stanchezza fisica e mentale

Dove acquistare CARNIDYN

Bisogno di energie?

Vola alto con CARNIDYN!

Restiamo aggiornati!


Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it