È primavera! Si all’attività fisica, ma con gradualità

La primavera si avvicina e con essa la voglia di rimettersi in movimento dopo la lunga stasi invernale. Anche se la bella stagione per il calendario è ancora lontana, le giornate di sole e le temperature più miti del solito di questo fine inverno invogliano anche i più pigri a riprendere l’esercizio fisico tralasciato negli ultimi mesi. Ma questa rinascita, si sa, comporta anche affaticamento e stress. Si parla infatti di un vero e proprio “mal di primavera”: stanchezza diffusa, problemi di concentrazione, umore nero, ansia e irascibilità.

I più colpiti sembrano soprattutto gli amanti dello sport. Si parla infatti di un vero e proprio “stress dello sportivo”. Se è vero infatti che una corretta attività fisica aiuta mente e corpo a recuperare smalto dopo il letargo invernale, il consiglio per la primavera è di non esagerare: si rischia infatti di scatenare nell’organismo sovrapproduzione di radicali liberi, che possono favorire il processo di invecchiamento cellulare o provocare pericolose malattie. Contrariamente infatti all’attività fisica svolta in maniera regolare e moderata, quella troppo intensa ma occasionale, svolta ad esempio non appena si vede sopraggiungere la primavera, rischia di produrre nel corpo un vero e proprio stress. Una minaccia soprattutto per gli sportivi del fine settimana che, dopo una lunga inattività, si scatenano all’improvviso rischiando anche troppi bagni di sole nelle ore centrali della giornata o per periodi prolungati. Lo sport svolto in maniera equilibrata e regolare resta invece il più efficace antidoto contro i disturbi legati al cambio di stagione, in particolare la primavera, perché aiuta il corpo e la mente a stare meglio: si può trarre molto vantaggio nell’imporsi orari fissi e regolari e svolgendo un’attività fisica progressiva per evitare che un eccesso di affaticamento possa causare danni al fisico irrigidito dall’inverno. Il consiglio, soprattutto per gli “sportivi di primavera” o per quelli occasionali, è dunque quello di praticare sport tutti i giorni con regolarità: è sufficiente anche una semplice passeggiata di 30 minuti, per poi gradualmente aumentare tempo ed eventuale velocità, senza esagerare. Infine, una curiosità sulla primavera, il nostro corpo e lo stress: le ore di luce in primavera provocano maggior affaticamento al nostro organismo, e l’organo più “stressato” in questa stagione è il fegato. Esso è infatti il nostro laboratorio chimico, che si occupa di trasformare continuamente, con l’aiuto degli altri organi, ciò che ci serve per “tirare avanti”. Ebbene in primavera, proprio per lo “sbocciare” della natura, il fegato è più in fermento, più in attività, quindi più stressato. La primavera, abbiamo detto, è il periodo giusto per uscire a fare le prime attività all’aria aperta. Per tenersi in forma è indispensabile calibrare con attenzione l’attività sportiva, seguire una vita sana e fare una buona scorta giornaliera di antiossidanti, presenti in frutta e verdura. Per una stagione all’insegna del verde, piena di energia e vitalità.

Dove acquistare CARNIDYN

Bisogno di energie?

Vola alto con CARNIDYN!

Restiamo aggiornati!


Logo Alfasigma

Farmaceutica per passione

Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: alfasigmaspa@legalmail.it