Integratore a base di zinco, quando assumerlo? Alcuni suggerimenti

Lo zinco è un minerale presente in piccolissime quantità in tutti i nostri tessuti corporei, ma maggiormente localizzato nel fegato, pancreas, reni, ossa, muscoli, pelle, globuli bianchi e spermatozoi. Lo zinco è un elemento che possiamo immagazzinare in vari organi, come la milza o nelle ossa, mentre solo in piccola parte è smaltito attraverso urina e sudore.

La funzione dello zinco nell’organismo

Il fabbisogno giornaliero di zinco per un individuo adulto è di circa 15/18 mg, solitamente raggiungibile con una dieta sana ed equilibrata. Lo zinco contribuisce alla normale funzione cognitiva, alla normale sintesi del DNA, alla normale funzione del sistema immunitario, alla protezione dall’ossidazione delle cellule. Potrebbe capitare di sviluppare una carenza di zinco. Un lieve deficit di questo sale minerale potrebbe comportare alcuni sintomi non preoccupanti, come ad esempio senso di stanchezza e irritabilità

In particolari condizioni fisiologiche/patologiche il fabbisogno di zinco aumenta e potrebbe essere necessario introdurre nella dieta un integratore, come ad esempio:

banner-test-sun
Fai decollare la tua energia con CARNIDYN

Completa il test e scopri i consigli dedicati a te!

  • Gravidanza e allattamento
  • Infanzia e adolescenza (fase di crescita)
  • In caso di patologie croniche che indeboliscono l’organismo
  • Persone che seguono regimi alimentari molto restrittive, come il veganesimo
  • Assunzione prolungata di farmaci, come i diuretici

Una sua carenza può manifestarsi con una sintomatologia lieve, un senso di stanchezza e maggiore debolezza, ma se protratta nel tempo può avere complicanze più gravi, come perdita di appetito, disturbi memoria, disturbi sessuali

Come integrare lo zinco nel nostro organismo

Come abbiamo visto, nella nostra vita quotidiana può capitare a tutti noi di sperimentare periodi di calo energetico. Ad esempio, studio e lavoro richiedono l’impiego di ingenti energie mentali. Quando svolgiamo compiti da semplici a complessi, possiamo avvertire cali di energia, svogliatezza, mancanza di attenzione e concentrazione.

Anche le variazioni stagionali possono incidere sul nostro benessere psicofisico. Infatti, il nostro organismo ha bisogno di tempo per adattarsi al cambio di stagione, alle variazioni climatiche, alle temperature rigide, alle poche ore di luce. Inoltre, anche periodi di convalescenza possono debilitare e indebolirci. Peraltro, durante la stagione invernale le nostre difese immunitarie si abbassano.

Per evitare di incorrere in carenze più o meno importanti di zinco, è bene mantenere dei comportamenti corretti come:

  • Bere con frequenza. Non dimentichiamo che anche bere abbondante acqua è importante per reintegrare i sali minerali persi con le abbondanti sudorazioni dopo le sessioni sportive.
  • Allentare lo stress. Non è sempre facile: la nostra vita ricca di impegni ci impone ritmi frenetici. Tuttavia, allentare la presa potrà aiutarci a liberare la mente e affrontare le nostre giornate con maggiore positività.
  • Praticare sport con criterio. Uno sport leggero e non usurante, se praticato con regolarità, può contribuire al benessere psicofisico e alla nostra salute generale. Evitiamo sessioni sportive gravose.

Alimenti che funzionano da integratori di zinco naturali

Come sempre, una dieta alimentare sana ed equilibrata, che comprenda una grande varietà di alimenti è sempre il modo migliore per assicurarci il corretto apporto di tutti i nutrienti necessari.

Alcuni alimenti rappresentano dei veri e propri integratori naturali di zinco, che si presenta in essi ad elevata concentrazione e in forma altamente assimilabile, come:

  • Frutti di mare, in particolar modo ostriche (fino a 180 mg)
  • Semi di grano tostato (circa 17 mg)
  • Carne di manzo (10 mg) e fegato di vitello (12 mg)
  • Semi e burro di sesamo (10-12 mg)
  • Carne di agnello (fino a 9 mg)

Lo zinco è presente in minore quantità nel latte, in quantità scarse o minime nella frutta e nei tuberi. Vegetariani e vegani possono comunque ricavare una buona quantità di zinco da alcuni alimenti:

  • noci pecan, anacardi, arachidi e mandorle (circa 6 mg)
  • semi di girasole e semi di zucca (circa 10 mg)
  • cacao e cioccolato fondente (circa 6 mg)

Integratori commerciali di zinco

Se la dieta non è sufficiente, o se le nostre condizioni richiedano un maggiore apporto di zinco è possibile utilizzare degli integratori di zinco preparati a livello industriale.

Il polline in granuli o meglio ancora micronizzato (che è più assorbibile) è un ottimo integratore di moltissimi sali minerali, anche di zinco.

In tutte le situazioni di aumentato stress psicofisico, è consigliabile integrare una dieta carente con integratori alimentari specifici. Possiamo provareCarnidyn Fast Caldo e Affaticamento valido in caso di sudorazione dopo lo sport. Con la sua formulazione equilibrata di vitamine e sali minerali insieme ad altri nutrienti, aiuta la fisiologica funzione muscolare e a mantenere l’equilibrio elettrolitico e idrosalino. Contiene inoltre Creatina e Coenzima Q10.

Inoltre, ogni giorno possiamo provare Carnidyn Plus: contribuisce a combattere la stanchezza fisica e mentale, in situazioni di particolare stress, grazie alla sua formulazione a base di vitamine, sali minerali e altri nutrienti, contribuisce al normale metabolismo energetico, favorisce la normale funzione del sistema immunitario grazie a zinco e selenio.


loader
Prossimo articolo
Carnidyn dove acquistare
Dove acquistare CARNIDYN


Logo Carnidyn

Alfasigma S.p.A. – Sede Legale: Via Ragazzi del ’99 n.5 – 40133 Bologna – Italia
Codice Fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro delle Imprese di Bologna n. 03432221202 – RE.A. di Bologna n. 518521
PEC: [email protected]

Scarica i consigli in pdf
Lavoratori Studenti Sportivi Over 55 Vita quotidiana